Vecchio e laido

on 27 Settembre 2016
Visite: 126

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Vecchio e laido
nella mia turpe ossessione di te
vivo in un mondo che non mi appartiene più
Dalle mie ossa trasuda dolore
come fonte infinita di tormenti.
Averti come unico pensiero
unico contatto, unico ansimare
mi consolida in te
Nello stringerti l'etereo desiderio
della tua essenza femminea.
Desolato ed inutile pensiero.

Figio