La vendetta? No, grazie

on 16 Luglio 2016
Visite: 294

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Alcune donne, si vendicano. Rimangono deluse dagli uomini e tramano.

E’ vero che a volte ci si sente mortificate, che non si può giustificare tutto, che si soffre, che istintivamente si odia, si detesta, e si sente l’impulso dello sfogo tramite la vendetta.

Si sfogano i rancori. E’ una liberazione.

Ma tutto è riconducibile a se stessi.

E  la vendetta è infantile ed  inutile.

Non è debolezza, ma distacco. Nessun sentimento, nessuna emozione.

Se qualcuno ci fa male è perchè noi abbiamo permesso che ce lo facesse.

Le persone, ricordiamoci, sono tutte di passaggio. E la vendetta è pur sempre un sentimento.

Si va avanti.

Guardando il sole e sentendone il tepore.