Il massaggio

on 16 Luglio 2016
Visite: 425

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Descrivere una seduta di massaggio esclusivamente con parole o immagini non puo' che essere riduttivo. L'obiettivo di questa pagina è solamente quello di fornire un'idea seppur limitata di come si può svolgere un massaggio.

PREMESSA: L'AMBIENTE
L’ambiente dove si svolge il massaggio rappresenta sempre un elemento importante per la sua buona riuscita e la sua preparazione non deve essere assolutamente trascurata.

Il luogo dove viene eseguito il massaggio deve essere confortevole, privo di elementi di disturbo, gradevole, rassicurante, pulito, tranquillo, ben areato adeguatamente riscaldato se inverno (24-26°) o con temperatura leggermente fresca se in estate.

La superficie su cui effettuare il massaggio deve essere comoda, piatta sufficientemente rigida ma tale da consentire a chi riceve il massaggio di assumere una posizione rilassata. Non è indispensabie avere a disposizione un lettino per massaggi, si può eseguire semplicemente e comodamente sdraiati a terra su un comodo tappeto o distendendo una coperta imbottita, sopra cui andrà disteso un lenzuolo, un telo o un asciugamano morbito.

Anche il coinvolgimento degli altri sensi come l'olfatto, la vista e l'udito è importante, per questo il massaggio dovrebbe avvenire preferibilmente con una luce molto soffusa, con in sottofondo la presenza di una musica rilassante, mentre per quanto riguarda l'olfatto l'utilzzo di incensi contribuiranno a dare quel giusto tocco di sensualità

Nei massaggi che organizzo l'ambiente è costituito da un tranquillo angolo soggiorno dove viene disteso un grande e comodo materassino adeguatamente imbottito su cui vengono stesi dei teli mono uso del tipo di quelli comunemente utilizzati nei centri estetici o centri benessere. Il tappetto utilizzato (in foto) consente a chi riceve il massaggio di distendersi comodamente e potersi lasciare andare in totale abbandono e relax senza particolari problemi.


Naturalmente per chi preferisse utilizzare propri oggetti personali (asciugamani teli ecc) puo' farlo senza problemi anche se sinceramente non ce n'è bisogno.

ABBIGLIAMENTO
L’abbigliamento ideale per la persona che deve ricevere un massaggio dovrebbe essere la completa nudità in assoluta naturalezza, cosi’ come dovrebbe essere normale la nudità quando si prende un bagno rilassante oppure una bella sauna.

Qualora la totale nudità dovesse essere fonte di qualsiasi disagio o imbarazzo, la donna è certamente libera di tenersi addosso qualche indumento, come potrebbe essere un costume da bagno, l’intimo, o magari utilizzare lo slip monouso che viene messo a disposizione.

Altri indumenti (pantaloncini, magliette ecc.) sono decisamente sconsigliati e fuori luogo, cosi’ come tenersi addosso qualsiasi oggetto che possa in qualche modo rappresentare un ostacolo per i movimenti del massaggiatore come collane, anelli, orologi, braccialetti ecc. ecc.

L’abbigliamento del massaggiatore invece è decisamente consono all’attività che deve svolgere ovvero vestito adeguatamente con abiti comodi, puliti, bianchi. La nudità del massaggiatore non è prevista in questo contesto, ma non è da escludere qualora richiesta espressamente o nel caso di richieste di massaggi particolari come il bodymassage dove anche la nudità del massaggiatore fa parte del massaggio.

 

SVOLGIMENTO DEL MASSAGGIO
Avvenuto il ritrovo e le presentazioni (solitamente in una piazza a due passi dal luogo dove avverrà il massaggio), scambiato due parole di conoscienza e circostanza ci si può recare tranquillamente a piedi verso a sede dove verrà svclto il massaggio.

L'ambiente sarà già adeguatamente predisposto e pronto, compresa una gradevole temperatura calda e confortevole indispensabile per la buona riuscita del massaggio.

Una volta all'interno dell'appartamento si potrà continuare e completare la fase convenevole e quanto pronti dare avvio al massaggio.

Le luci della stanza verranno abassate e la donna invitata a prepararsi, a spogliarsi e distendersi sul tappettino in posizione prona (a pancia in giu).

Se ci fosse la necessità o il desiderio di utilizzarei il bagno anche per una breve doccia calda rilassante ci sarà naturalmente tutto l'occorrente a disposizione.

Nel frattempo anche il massaggiatore sarà andato a prepararsi in un'altra stanza.

A questo punto verranno abbassate ulteriormente le luci creando cosi' quell'atmosfera molto soft e soffusa ideale per effettuare il massaggio, la semioscurità contribuirà sia a rilassare che ad attenuare l'impatto psicologico iniziale dell'eventuale completa nudità, ma anche a creare un'atmosfera tenebrosa un po' misteriosa e perchè no intrigante considerando il contesto..

In sottofondo inizieranno a diffondersi le note e le melodie di una musica gradevole e rilassante, appositamente selezionata che accompagneranno piacevolmente tutta la durata del massaggio, mentre il profumo dolce e penetrante di un 'incenso o dello stesso olio da massaggio profumato appositamente riscaldato contribuirà a rendere ulteriormente gradevole e sensuale l'atmosfera.

Potrà iniziare cosi' il primo approccio consistente nella presa di contatto fisico tra il massaggiatore e la persona massaggiata, fatto di sfioramenti e qualche breve tocco. L'obiettivo di questa fase sarà quello di abituare la persona massaggiata al contatto fisico con le mani del massaggiatore ed instaurare un rapporto e una relazione di fiducia tra massaggiatore e massaggiata.

Si continuerà versando un po' d’olio profumato normalmente riscaldato sulla parte superiore sul corpo spalmandolo delicatamente con ampi movimenti su tutta la superficie del corpo, allo scopo di ammorbidire ed idratare l'epidermine preparandola al massaggio.

L'olio caldo sul corpo favorirà il rilassamento donando immediate piacevoli sensazioni alla persona massaggiata.

Spalmato l'olio potrà iniziare il vero massaggio manuale partendo dalla parte superiore del corpo e quindi dal collo, dalle spalle coinvolgendo poi tutte le zone circostanti.

In questa fase il massaggio è assolutamente tranquillo, fatto di movimenti e manovre semplici, tocchi leggeri, dolci, brevi impastamenti con lo scopo di mettere a proprio agio la persona, sciogliere le tensioni muscolari ed eliminare eventuali stati di affaticamento per indurre al rilassamento e all'abbandono.

Il massaggio può cosi' procedere gradatualmente coinvolgendo le altre parti del corpo come la regione lombare, la vita, i fianchi assumendo sempre maggiore confidenza nel rapporto massaggiatore/massaggiata effettuando movimenti sempre piu ampi, prolungati ed avvolgenti, coinvolgendo tutta la parte superiore del corpo arrivando in prossimità dell'osso sacro e al confine con i glutei.

Qui il massaggio potrà iniziare ad assumere un carattere decisamente piu sensuale e coinvolgente, interessando quelle zone del corpo tradizionalmente conosciute come zone erogene per via delle piacevoli sensazioni che riescono a dnareallepersona se stimolate adeguatamente.

I glutei rappresentano sicuramente una zona erogena importante del corpo femminile, massaggiati adeguatamente trasmettono gradevoli sensazioni al cervello generando uno stato di piacere.

Se non vi sono contrarietà il massaggiatore si occuperà del massaggio ai glutei inizialmente in modo tradizionale un po distaccato, poi in maniera piu sensuale fatto di sfioramenti, leggeri tocchi , oscillazioni, vibrazioni, piccole pressioni o azioni che contribuiranno a rendere piu sensuale e un po eccitante la situazione come ad esempio il versamenento di un po d'olio caldo all'inizio del solco dei glutei e poi delicatamente spalmato all'interno.

Dopo aver dedicato sufficientamente tempo al massaggio dei glutei si procederà coinvolgendo gli arti superiori e quindi la parte esterna e centrale delle cosce prima con movimenti classici allo scopo di favorire la circolazione sanguinea e linfatica e quindi fornendo tutti benefici diretti e indiretti che un masssaggio procura in questa delicata zona.

Sempre proseguendo si arriverà a massaggiare la parte interna della coscia, anche questa considerata zona erogena e sensibile, con movimenti e tocchi decisamente delicati e sensuali. Il massaggio a questo punto potrebbe farsi ancora piu' coinvolgente arrivando a lambire inguine e le zone decisamente piu intime della donna sfiorando le grandi labbra.

il confine tra massaggio sensuale e massaggio erotico arrivati a qusto punto è molto labile e qui saranno fattori come il feeling, la disponibilità, il grado di eccitazione, che trasmetteranno espliciti segnali e messaggi se e come proseguire il massaggio, se coinvolgere la sfera sessuale della donna oppure proseguire il massaggio normalmente.

Sul massaggio piu intimo e quindi sulla stimolazione genitale non entreremo nei sui dettagli, precisando solamente che saprà essere molto delicata sterna o piu intensa per soddisfare le preferenze della donna.

A prescindere dagli sviluppi che potrà prendere il la prima parte del massaggiosi concluderà con un massaggio alle rimanenti zone finora escluse come polpacci e piedi. Anche ai piedi zona erogena per molte persone e importante e fonte di piacere verrà dedicato adeguato tempo sempre non vi siano contrarietà.


Terminato il massaggio ai piedi può considerarsi conclusa la prima parte del massaggio e si può passare immediatamente o dopo una breve pausa alle seconda fase dove la donna verrà invitata a girarsi mettendosi in posizione supina.

parte seconda
Il massaggio puo' riprendere con la donna distesa supina a pancia in su, iniziando sempre dalla parte superiore del corpo e quindi dalla testa e dal viso (se gradito), per poi proseguire agli arti superiori, avambraccia, braccia e mani, proseguire ancora verso la zona centrale del petto ed arrivando in prossimità del seno, dedicandosi ad esso (salvo controindicazioni) in maniera molto delicata fatta di sforamenti, carezze tocchi, coinvolgendo anche i capezzoli con piccoli giochi di movimenti.

Il massaggio proseguirà ancora scendendo ed interessando la parte inferiore, prima l'addome con movimenti circolari, impastamenti, poi coinvolgendo fianchi e arrivando a lambire la zona del pube.

Come avvenuto nella prima prima parte del massaggio ci si potrà limitasi e sfiorando solamente questa zona oppure procedere alla stimolazione diretta dei genitali con l’obiettivo di portare la donna al massimo piacere sessuale normalmente culminante con il raggiungimento di uno o piu’ orgasmi, con un massaggio manuale oppure coaudiuvato con qualche variante come l’ausilio di oggettistica erotica o con un massaggio e senza escludere una stimolazione orale

A questo punto il massaggio puo' considerarsi concluso, se gradito la persona massaggiata puo' essere lasciata tranquilla qualche minuto da sola o con il partner magari avvolta in un morbido plaid per evitare raffreddamenti.

Una bella doccia calda è eventualmente a disposizione, oppure ci si potrà rivestire e riprendere la quotidianità sicuramente in maniera piu' rilassata e contenti di avere dedicato del tempo per il proprio piacere