Il Delirio

in Delirio
on 31 Luglio 2016
Visite: 347

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il delirio è uno stato psicopatologico acuto e transitorio, caratterizzato da confusione mentale, allucinazioni, incapacità di star fermi. Un particolare tipo di delirio è quello che si può verificare negli accessi febbrili di notevole intensità (delirio acuto), un altro ancora si ha nelle crisi di astinenza da droghe, nel? alcolismo (Delirium tremens), oppure quello conseguente a gravi malattie come meningite, tifo o polmonite.


Si manifesta come una confusione della mente pensiero e della memoria, con disorientamento: il soggetto pronunzia parole incoerenti, risponde a sproposito alle domande, ha visioni stravaganti, spesso angosciose, crede di parlare con persone che non sono presenti, la sua mente si fissa su qualcuno o qualcosa.
Il delirio non si manifesta in tutti i soggetti nelle stesse condizioni, dipendendo anche dallo stato generale di intossicazione che si accompagna all'iperpiressia ed alla reattività del sistema nervoso centrale. Durante il delirio è necessario aver cura che il malato non resti mai solo e, soprattutto, non scenda dal letto e non si dibatta. In psichiatria vi è poi un altro tipo di delirio, conseguente ad uno stato più o meno cronico di malattia mentale a sé stante, primitiva.
Si identifica in un'alterazione della coscienza della realtà, intesa sia come attribuzione di significato abnorme ad avvenimenti reali, sia come esperienze di illuminazione e di intuizione confortate da sentimenti di assoluta certezza. In base al contenuto, si può suddividere in delirio di persecuzione, di colpa, di querela, di grandezza, di influenzamento, erotico, di gelosia; piuttosto comune, nella società contemporanea, il delirio ipocondriaco.