in Delirio
16. 08. 13
Visite: 941

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il delirio è la costruzione mentale che crea una convinzione incrollabile di qualcosa che non è c'è, non è vero. Delirio deriva dal termine lira (=solco scavato dall'aratro): delirare significa andare fuori dal solco. Il delirio è il sintomo principe delle malattie mentali, quello che viene identificato più facilmente, quello che spicca di più tra gli altri sintomi.
Ma è anche il sintomo più comune e peggio interpretato.

Il delirio, come la febbre, è una risposta abbastanza comune a molte malattie.

in Delirio
16. 07. 31
Visite: 408

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il delirio è uno stato psicopatologico acuto e transitorio, caratterizzato da confusione mentale, allucinazioni, incapacità di star fermi. Un particolare tipo di delirio è quello che si può verificare negli accessi febbrili di notevole intensità (delirio acuto), un altro ancora si ha nelle crisi di astinenza da droghe, nel? alcolismo (Delirium tremens), oppure quello conseguente a gravi malattie come meningite, tifo o polmonite.

in Delirio
16. 07. 22
Visite: 488

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

«Per quale tipo di comprensione ci diamo da fare, di fronte alla realtà e alla finzione della follia?». Questo interrogativo, posto da Ian Hacking all’inizio del suo bellissimo saggio sul caso clinico di Albert Dadas, sta probabilmente alla base della ricerca intrapresa attorno alle cartelle dell’archivio dell’ex manicomio dell’isola di San Servolo, a Venezia.

in Delirio
16. 07. 22
Visite: 536

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il delirio, evento altamente problematico nella dinamica psichica, viene tradizionalmente associato alla follia. Chi delira “esce dal seminato” e non ha più a disposizione il legame con la realtà presupposto che permette sul piano della comunicazione e dello scambio, la produzione di verità e di significato. Altrettanto conosciuta è l’equivalenza posta dalla psichiatria tra il delirio e la psicosi, che si basa sulla perdita di contatto in entrambi i casi con la realtà.

in Delirio
16. 07. 22
Visite: 1032

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

(…) Non esiste concetto filosofico che non rimandi a determinazioni non filosofiche. È qualcosa di molto semplice, di estremamente concreto. [Io e Guattari, a proposito dell’Anti-Edipo] volevamo dire la cosa più semplice del mondo: finora si è parlato di desiderio in modo astratto perché è stato isolato un oggetto che si suppone essere l’oggetto del desiderio, e allora si può dire “desidero una donna, desidero partire in viaggio, desidero questo o quello…”. E noi dicevamo una cosa davvero semplice: voi non desiderate mai davvero qualcuno o qualcosa. Voi desiderate sempre un insieme. Non è complicato. E noi ponevamo una questione: qual è la natura dei rapporti tra gli elementi perché ci sia desiderio, perché diventino desiderabili? Io non desidero una donna…

in Delirio
16. 07. 22
Visite: 719

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La capacità di critica del contenuto delle ossessioni e delle compulsioni nel Disturbo Ossessivo Compulsivo

La nosologia contemporanea del Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC) prende origine dalle definizioni elaborate nel corso dell'800. Esquirol () ha descritto una sindrome caratterizzata da "ricorrente o persistente idea, pensiero, immagine o sentimento che è accompagnato da un senso di compulsione soggettiva e dal desiderio di resistergli; il soggetto riconosce che l'evento è estraneo alla propria personalità ed è consapevole del suo carattere abnorme".

in Delirio
16. 07. 22
Visite: 889

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scrivere sulla dipendenza affettiva o d’amore e/o sessualità è impegnativo, un argomento vasto e complesso.

Questo articolo non contribuirà ad arricchire le conoscenze degli addetti ai lavori, ma forse può semplificare la comprensione di molti comuni “dipendenti” più o meno consapevoli di esserlo, di chi vuole migliorarsi nella consapevolezza di essere incastrato in un vortice di dolce-amaro e di amore-odio, di bisogno di riconoscimento e negazione dello stesso.

in Delirio
16. 07. 18
Visite: 791

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il delirio è un'idea oppure un insieme di idee che, pur non avendo nessuna corrispondenza con i dati della realtà, non cedono né agli argomenti della logica né alle disconferme che derivano dall'esperienza. Di importanza fondamentale nella visione del mondo del delirante, tali idee risultano incomprensibili e non condivisibili alle persone che appartengono al suo stesso ambito affettivo e culturale.

in Delirio
16. 07. 17
Visite: 350

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Una visione del mondo basata su principi tradizionali comporta inevitabilmente taluni inconvenienti, non ultimo quello di trovarsi in contrasto con il comune sentire della propria epoca. Conoscendo anche solo sommariamente le varie idee tradizionali si potrà infatti constatare come queste inevitabilmente collidano con tutto ciò che costituisce la struttura portante del presente, venendone ad essere una controparte difficilmente conciliabile o finanche antitetica.